News

COMUNICATI STAMPA

Dichiarazione CRUS, Conferenza dei Rettori delle Università svizzere

Centro d’informazione sulledomande di riconoscimentoSwiss ENIC

Berna, 4 marzo 2010, CG/cbq:\anfragen\2010\cg051.doc

Egregio Signore,Con riferimento alla Sua richiesta del 24 febbraio 2010 Le comunichiamo quanto segue:Il Politecnico di Studi Aziendali Università Privata a Distanza, gestito dalla I.S.S.E.A SA con sede ad Agno/Ti:

  • è un’università privata che svolge l’attività dell’istruzione universitaria e conferisce titoli accademici in virtù del diritto alla libertà economica garantita dall’Art. 27 della Costituzione federale svizzera, Come tale fa parte dello spazio formativo universitario svizzero.
  • è autorizzata dal Governo del Canton Ticino ad usare la denominazione “università privata” con delibera n.704/06 ai sensi dell’art 14 cpv 2 e 3 della Legge sull’Università della Svizzera Italiana e sugli Istituti di ricerca dell’ottobre 1995.

Distinti saluti

CONFERENZA DEI RETTORIDELLE UNIVERSITA’ SVIZZERE

Christine Gehrig, lic. phil.

NOTA BENE: la dichiarazione si riferisce allo status giuridico esistente alla data indicata nella stessa. Essa rimane tutt’ora valida esclusivamente per quanto riguarda il punto 1. Tale dichiarazione è stata rilasciata dalla CRUS a seguito di un decreto supercautelare del 12.10.2009 del Pretore di Lugano che ordinava alla CRUS di “cessare di comunicare a terzi che il Politecnico non è un’università riconosciuta dallo Stato, che i suoi titoli non hanno valore accademico e che in Germania e in Austria non vengono riconosciuti”. A seguito del decreto la CRUS sottoscriveva la convenzione di transazione allegata impegnandosi a trasmettere a terzi esclusivamente la dichiarazione sottoscritta.

Dichiarazione CRUS

Transazione sottoscritta dalla CRUS

Comunicato stampa del 23 maggio 2016 – Ecco cosa scrive Wikipedia sull’attendibilità di quanto pubblica sul proprio sito

E’ necessario tener presente che: di nessuna delle informazioni presenti nelle pagine di questo sito è possibile garantire verifica o controllo da parte di soggetti legalmente abilitati o con le necessarie competenze per esprimersi nei campi trattati; un siffatto controllo sarebbe necessario per fornire un’informazione completa, corretta e certa.

Wikipedia NON PUÒ garantire, in alcun modo, la validità delle informazioni pubblicate.

Wikipedia non è uniformemente revisionata; anche se gli utenti possono correggere errori o rimuovere dati errati, non hanno tuttavia alcun dovere di farlo e quindi tutte le informazioni presenti sono fornite senza alcuna garanzia di idoneità per qualsiasi scopo o utilizzo.

Per consigli specifici (per esempio medici, legali, gestione dei rischi) ci si rivolga ad un professionista che abbia diritto legale a fornire consulenza in materia.

Zugo, 23 maggio 2016

Avv. Massimo Silvestri Direttore Generale

https://it.wikipedia.org/wiki/Wikipedia:Avvertenze_generali

Comunicato stampa del 12 aprile 2016

Da alcune settimane sono comparsi su alcuni giornali ticinesi cartacei e online e sul motore di ricerca Google notizie che riguardano un nostro presunto abuso della denominazione di “università”.

Informiamo che dal giorno 7 aprile 2016 la sede legale della nostra università è stata trasferita a Zugo nell’omonimo Cantone.

Nel Cantone Zugo si applica la legge federale LPSU che prevede che la denominazione “università” possa essere usata liberamente a livello federale fino al 31 dicembre 2022, a partire dal 1 gennaio 2023 potrà essere usata solo dagli istituti che avranno ottenuto la certificazione di qualità ( accreditamento ).

La nostra università quindi non è soggetta alla legge cantonale ticinese e non usa la denominazione “università” nel territorio del Cantone Ticino.

La legge federale che regola l’uso della denominazione non ha alcun rilievo sull’attività universitaria che rimane libera e tutelata dall’art. 27 della Costituzione Federale Svizzera.

Secondo il Tribunale amministrativo federale di San Gallo il Politecnico di studi aziendali deve essere considerato riconosciuto, in termini generali, nell’ordinamento giuridico svizzero e ammesso senza alcuna formalità all’attività universitaria e al conferimento dei titoli accademici anche senza essere accreditato. (Sentenza B 5924/2012 del 13 agosto 2013).

Ai sensi della Convenzione di Lisbona del 1997 del Consiglio d’Europa i titoli conferiti sono ammessi al riconoscimento in Europa per il proseguimento degli studi.

Zugo, 12 aprile 2016

Avv. Massimo Silvestri Direttore Generale